Umbria Valnerina

Weekend a Cascia, sulle orme di Santa Rita

“Grandi pellegrinaggi! Sacerdoti e fedeli tutti i giorni. Qui è sempre festa”. Di Cascia si parlava così, già nel 1926, durante la costruzione del “nuovo tempio”, ovvero l’attuale Basilica di Santa Rita. Eppure nonostante lo scorrere del tempo, che trascina con sè la memoria di ciascuno sino a sbiadirla, Cascia ha conservato il suo essere faro di spiritualità, crocevia di uomini e donne provenienti da ogni latitudine, ponte spospeso tra Cielo e Terra.

Cascia, scorcio del borgo.

Il Monastero di Santa Rita da Cascia, ubicato nella parte alta della Città e adiacente la Basilica di Santa Rita, è parte dei luoghi spirituali dedicati a Rita e riceve turisti provenienti da ogni parte del mondo. Quando Rita venne accolta tra le monache agostiniane, il monastero portava il nome di Santa Maria Maddalena. L’Ordine agostiniano si insediò all’interno del monastero dopo che quest’ultimo fu abbandonato dalle monache benedettine a causa dei danni subiti dal terremoto del 1328.

L’ingresso del Monastero, gremito di fedeli.

Una gradinata di pietra conduce alla parte superiore dell’edificio in cui, in fondo ad un lungo corridoio, è possibile visitare la cella in cui Rita trascorse i suoi quarant’anni di vita monastica e dove la Santa visse, pregò e morì. Di particolare interesse, all’interno del monastero, è la Cassa Solenne. Quest’ultima, che per quasi tre secoli contenne il corpo incorrotto della Santa, è ornata da due immagini, quella di Rita giacente e quella in gloria, che ci restituiscono le fattezze originarie del volto della Santa.

L’Anello Nuziale di Santa Rita, dettaglio.

Lungo il percorso guidato, è possibile ammirare reliquie appartenute alla Santa, quali la fede nuziale che Rita indossò come sposa ed il rosario utilizzato nei momenti di preghiera. All’interno del monastero di Santa Rita vi sono inoltre dipinti, elementi di arredo e oggetti che narrano le vicende salienti della monaca e del periodo storico in cui essa visse. Un roseto dedicato alla Santa saluta il pellegrino nella sua visita.

Monastero di Santa Rita, scorcio interno.

Attualmente all’interno del monastero di Santa Rita la comunità monastica agostiniana esprime la propria vita di preghiera e di consacrazione a Dio, per tale motivo è possibile effettuare la visita solamente in orari stabiliti da uno specifico calendario.

Di seguito gli orari della Domenica (da Aprile ad Ottobre) nei quali è possibile effettuare una visita guidata all’interno del Monastero: 9,00 – 10,00 – 11,00 – 12,00 – 14,30 – 15,30 – 17,00-.

Per trascorrere un weekend sulle orme di Santa Rita da Cascia scegli l’Hotel delle Rose, lo trovi a soli 20 metri dalla Basilica in cui riposa il Corpo dell’Avvocata degli Impossibili. Clicca qui per saperne di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *