Umbria Valnerina

Sabato 4 e Domenica 5 Settembre trekking di due giorni alle gole dell’infernaccio

Le Gole dell’Infernaccio, in origine chiamate “Golubro”, dal latino “Gula” che significa gola e “Lubricum” che sta ad indicare scivolosa ed impenetrabile, sono delle splendide gole naturali frutto del paziente lavoro del fiume Tenna che, nel corso di milioni di anni, ha eroso queste rocce creandosi una via di uscita. Il fiume Tenna nasce tra il Monte Sibilla e Cima Vallelunga da una parte e il Monte Bove sud, Pizzo Berro e Monte Priora dall’altro. Le Gole dell’Infernaccio sono definibili come impressionanti, magnifiche e possenti dove vertiginose pareti di roccia in alcuni punti arrivano quasi a sfiorarsi e la luce fatica a penetrare, dove il gracidio delle cornacchie che volteggiano nel cielo creano un’atmosfera tale da sembrare di essere in un girone dell’inferno dantesco. Qui i rumori della natura sono sinfonie e armonie meravigliose: il mormorio del fiume che sbuca all’improvviso da meandri misteriosi, che scorre tra i sassi e si destreggia in questa impervia gola, lo scorrere dei ruscelli e i piccoli salti delle cascatelle che si odono in lontananza saranno il sottofondo del nostro cammino a cavallo.

Programma :

Partenza da Castelluccio di Norcia ore 9 circa sosta per il pranzo al sacco (portato dietro ) lungo il percorso.

arrivo a balzo di Montegallo ore 18.30 circa dove dopo aver sistemato i cavalli è prevista la cena ed il pernotto in locale del posto .

Domenica 5 .

Prima colazione e partenza per il rientro percorrendo il sentiero dei mietitori ai piedi del monte vettore e il grande anello dei monti sibillini dopo una sosta per uno spuntino portato dietro arriveremo in località Paganelli ore 17 circa da dove verremmo accompagnati a Castelluccio per riprendere i nostri mezzi.

Percorso medio difficile adatto a persone esperte e cavalli allenati ore in sella 8.30 circa primo giorno 7 circa secondo giorno