Enchanted Nature
Enchanted Nature la conferenza multidisciplinare su Ambiente, Natura, Cambiamenti si svolgerà nella cornice di uno dei palazzi più belli del ‘700, Palazzo Mora a Venezia che ospita, nell’ambito della Biennale, la mostra Personal Structure.

http://www.palazzomora.org/

Enchanted Nature il lavoro fotografico di Carla Bordini Bellandi dal quale è nata l’idea della conferenza, rappresenta la presa di coscienza di uno stato di allerta, di uno squilibrio, di un’incrinatura tangibile e a prima vista poco colmabile fra l’uomo e l’ambiente. Abusando delle risorse, smaltendo i rifiuti come se ignorassimo le conseguenze di una gestione dissennata, incentivando un’economia non sostenibile siamo giunti fino a un punto di non ritorno.
Il progetto espositivo – leggero e provocatorio – è anche la fase iniziale di un programma di salvaguardia ambientale, a testimonianza della necessità impellente di azioni concrete per tutelare il pianeta. Un’esortazione forte e silenziosa ad agire, affinché la poesia della natura non si perda del tutto.

http://www.palazzomora.org

Enchanted Nature

L’11 novembre la tematica dell’ambiente, o per meglio dire della relazione contrastante tra uomo e ambiente, sarà trattata con un approccio multidisciplinare, una contaminazione tra i vari ambiti. Una contaminazione che seguirà però un percorso ben delineato e specifico che possiamo riassumere con queste domande:

• Cosa può fare la cultura per l’ambiente?
• Cosa possiamo fare come individui per l’ambiente?
• Di fronte a catastrofi naturali, come uragani e terremoti, quale è il senso della ricostruzione?
• Può esserci una integrazione tra ambito culturale e ambito imprenditoriale?
• Quale è il senso del riciclo? Si può parlare di una cultura e di un’arte legata al riciclo?

 

 

Enchanted Nature

Come potete ben vedere poniamo delle domande, non partiamo dal presupposto di fornire delle risposte. Le risposte si costruiranno con il tempo, tempo che sta divenendo sempre più scarso. Ma le risposte devono arrivare e, nella nostra visione, si possono ottenere solo tramite il dialogo tra attori diversi.
Il ruolo che vogliamo ricavarci in questa storia spetta a noi, come singoli individui in primis, sceglierlo.

 

 

Gli interventi saranno diversi ed eterogenei:

  • La Città Resiliente nuove opportunità di resilienza e trasformazione delle nostre comunità e città di Pietro Pelizzaro
  • IDRO – Un museo per la valorizzazione della risorsa acqua per una cultura che sensibilizza sul tema di Nicola Nottoli
  • System Change not Climate Change il riciclo dei materiali artistici della Biennale per progetti condivisi di rigenerazione urbana e di inclusione sociale di Giulio Grillo (Rebiennale),
  • La tecnologia al servizio della ricostruzione dell’identità: mappatura con Google MyMaps delle zone colpite da catastrofi naturali
    per la ricostruzione dell’identità di individui e attività produttive di Antonella Grana (Progetto Re-Cycle),
  • Natura Naturans  l’arte, attenta a problematiche sociali e politiche inerenti al consumismo sfrenato e alle catastrofi ambientali, dà nuova vita a oggetti e sostanze considerati inutili di Lara Caccia
  • Margherita Hack: Arte e Scienza, Intelligence e Resilienza la resilienza assume un valore simbolico nella costante ricerca di “intelligence collettiva” di Marco Santarelli
  • La ricerca del Locus Amoenusl’espressione dei desideri profondi dell’uomo contemporaneo di Carla Bordini Bellandi.

Come preludio alla conferenza sarà possibile vistare la mostra “Enchanted Nature” con una visita guidata dalle 13.30 alle 14.30. La conferenza avrà inizio alle 14.30 e terminerà alle 17.30

Enchanted Nature